mercoledì 30 aprile 2014

Siamo così Sapiens per via di queste mani...

...e di questi pollici soprattutto, che insieme sanno fare moltissime cose ed hanno formato il nostro cervello evoluto, perciò mamme e papà, non basta che i nostri piccoli nativi digitali siano delle precocissime schegge con i tasti delle consolle-station-cellularismart-eccetera, per poter dire che sono dei supercampioni, quando poi non riescono ad allacciarsi le scarpe da soli...
A questo punto non mi resta che consegnare a voi la scelta sul futuro dell'umanità, sì sì avete capito bene proprio dell'umanità, perchè il rischio è ( e non sono io a dirlo ma autorevoli ricercatori ) che l'uso eccessivo di dispositivi tecnologici in cui basta semplicemente far scivolare un dito su una finestra virtuale per aprire altre finte finestre, faccia perdere ai nostri bambini la famosa OPPONIBILITA'  DEL POLLICE, che è appunto quella cosa che ci ha fatti evolvere fin qui, con conseguente regressione ad uno stadio inferiore. Ci vuole qualche milione di anni, ma vista la velocità con cui ultimamente succedono le cose, io sono preoccupata già da subito!
Io vi ho avvisati, dopodichè, vedete voi...e comunque come memoria ( in caso di un'eventuale "accidentale" regressione genetica) e pro-memoria, per tutti quelli che hanno bisogno di suggerimenti pratici, guardate qua cosa sanno fare i nostri piccoli pollici opponibilissimi, insieme alle loro immense menti Sapientissimissime!................e provate a vedere se vi riesce di fare tutto ciò facendo scivolare un dito a destra e a sinistra...
































mercoledì 23 aprile 2014

Mosaico

Cari lettori affezionati, anche se vi abbiamo abbandonati per un bel pò di tempo, non vogliateci male!
Proveremo a rimediare la prolungata assenza con le immagini di un laboratorio che ci è piaciuto moltissimo: il MOSAICO.
Mosaico, cioè un gioco che consiste nel mettere a posto i pezzi...dunque su una base di cartone abbastanza grosso abbiamo spalmato dello stucco all'acqua, e poi abbiamo iniziato a creare, con un pò di fatica, perchè spesso i pezzi, o meglio le tessere per il mosaico, non vanno mica a finire sempre dove vogliamo noi! Qualche pasticcio perciò l'abbiamo fatto, però, come hanno detto i bambini, la prima volta è normale.
Ad ogni modo noi ci siamo divertiti molto, e questo è quello che ne è uscito alla fine...( non dite a nessuno che la piccola casetta è nata per sbaglio, da un pezzo rosso mattone caduto per sbaglio sullo stucco, e che ci è sembrato subito un bel tetto!)